Prostituzione,3 arresti per sfruttamento

Costringevano giovani nigeriane a prostituirsi sottoponendole a giuramento tribale. Sono stati arrestati dai carabinieri due nigeriani, una donna di 29 anni, considerata a capo della gang, e un uomo di 34, oltre che un forlivese di 59, accusati di riduzione in schiavitù e tratta di persone con l'aggravante dello sfruttamento della prostituzione. Le indagini partite a marzo hanno appurato che la banda aveva attirato in Italia, con falsa promessa di un lavoro, due nigeriane di 22 anni, poi avviate alla prostituzione in un appartamento a Forlì. Le due dovevano consegnare la maggior parte dei loro guadagni per riscattare la libertà, fissata a 35mila euro a testa. Per obbligarle all'obbedienza assoluta erano indotte al giuramento della tradizione JUJU, che prevede morte e altre maledizioni se violato. Hanno trovato la forza di ribellarsi grazie al recentissimo editto dell'Oba, massima autorità religiosa del popolo Edo, che vieta i riti di giuramento JUJU, revocando anche tutti i vincoli precedenti.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Faenzanotizie.it
  2. SabatoSera
  3. Bologna Repubblica
  4. Faenzanotizie.it
  5. Ravennanotizie.it

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Tredozio

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...